MEDITERRANEO MARE DI VITA – THE DIRECTOR’S CUT

È un’elegante nuotata ed un tuffo giù in fondo agli sconfinati abissi del Mar Mediterraneo, un’escursione in cui vengono svelati alcuni tra i suoi più curiosi, affascinanti, misteriosi e vitali abitanti, che si lasciano ammirare da vicino. Un’inedita esperienza visiva ed audio-fonica di “edutainment”, in assoluto la prima produzione e presentazione italiana di un nuovo format, i cui protagonisti sono suggestivi e straordinari acquanauti filmati nel loro habitat naturale: un’opera per tutti, ‘grandi e piccini’, che è – sia strutturalmente che tematicamente – un elogio alla vita interamente ambientato sotto il livello del mare, che descrive ed approfondisce, con approccio multi-disciplinare, caratteristiche ed aspetti salienti del “Mare Nostrum” (e, più in generale, dell’elemento acqua), con cui l’uomo interagisce e grazie al quale l’essere umano vive, si alimenta, viaggia, scambia, produce, diffonde, conosce, scopre, immagina, crea, progredisce, trae ispirazione, si connette ed incontra con il Mondo. “Immagini da sentire, musiche da vedere”. Questo l’incipit del film-documentario (“docu-film”) “MEDITERRANEO MARE DI VITA”, un ammaliante tuffo ad immersione rapida, in cui la Macchina da Presa si sostituisce al Punto di Vista dello spettatore; assieme ad essa, il pubblico ha la possibilità di nuotare indisturbato nel blu sempre più intenso, sospinto – avvinto e meravigliato – da una confortevole corrente che li conduce morbidamente in spazi sterminati e scenari intonsi, fino a raggiungere ragguardevoli profondità, per avventurarsi alla scoperta di una vasta varietà di esseri multiformi e variopinti; partendo dalle dettaglianti riprese di piccole anemoni, cerianti e gorgonie dei più remoti ed ancestrali fondali (a circa 40 metri) sino ad incontri ravvicinati con varie specie di sinuosi e singolari molluschi nudibranchi e, poi, via via, pesci, dalle più solitarie abitudini, sino alle specie più voluminose e raggruppate in branchi. Spaziando in uno scenario brulicante vita – con attori protagonisti ‘non professionisti’ filmati nel loro ambiente “come la natura li ha creati” -, è stata immortalata in Primo Piano una vasta gamma di creature, vegetali ed animali, inclusi acquanauti sia innocui che notoriamente aggressivi, insieme ad altri di cui i più ignorano persino la pericolosità; un’esperienza tutta da vedere e scoprire, un’escursione subacquea magmatica osservata con occhi rispettosi che hanno rivolto a questo splendido habitat sguardi tutt’altro che invadenti; una produzione senza precedenti – la prima in Italia – di “edutainment” (crasi di “educational & entertainment/educativo & divertimento) realizzata con metodo documentaristico di stampo didattico – culturale, con spirito mass mediologico ed amenamente divulgativo; un’equipe altamente qualificata di professionisti ha materializzato e dato tridimensionalità alla meravigliosa “parabola sulla vita”, ideata, pensata e ripresa esclusivamente nella dimensione acquatica mediterranea, riflettente il “ciclo vitale” cui noi tutti apparteniamo. Un grande ed affascinante spettacolo per occhi ed orecchie, dipinto a tinte arcobaleno – grazie alle peculiari riprese subacquee – ed arricchito da un commento musicale magnetico, lirico e pluri-genere; opera plasticamente montata, il film-docu implementa un testo narrato – emozionalmente recitato da magistrali doppiatori – che non è solo una summa nozionistica geografico-storico-scientifica riguardante il ‘Mare Nostrum’, ma è anche una ricca e pregnante offerta di spunti, argomentazioni, riflessioni, ed approfondimenti tematici sull’elemento acqua e, più globalmente, sulla vita ed esistenza dell’essere

umano. Questi gli elementi chiave di un’esperienza unica ed originale realizzata con una troupe orgogliosamente tutta italiana in tre anni di lavoro, un format da 80 minuti fruibile da ogni tipo di pubblico e da spettatori di tutte le età, una produzione rispondente ad i più elevati standard
qualitativi. Dopo aver raccolto successo e riscontri assai positivi per quasi due anni, la produttrice – regista ha proposto la THE DIRECTOR’S CUT (2013) della sua opera, che oltre ad aver conservato immutate le proprie caratteristiche inedite, si riconferma, in una veste nuova – ‘rinnovata’ ed
‘arricchita’ – medium ideale per addentrarsi con piacere, curiosità e diletto nel misterioso mondo e magica dimensione del Mediterraneo: un invito a lasciarsi cullare dal nuovo format edutainment, tutto Made in Italy, originale, appassionante ed emozionante, inaugurato e lanciato in Italia proprio
da MMDV di Caterina Ponti. Benvenuti alla nuova frontiera dell’intrattenimento educativo: buona visione!

“MEDITERRANEO MARE DI VITA” è stato proiettato:

– a Sassari, a Palazzo di Città, con il Patrocinio del Comune di Sassari
– a Gairo (Ogliastra) presso la Sala Polifunzionale comunale, con l’Associazione Turistica Pro Loco di Gairo ed il Patrocinio del Comune
di Gairo
– a Nuoro presso l’Auditorium del Museo Etnografico Sardo, con il Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato del
Turismo, Artigianato e Commercio.
– a Cagliari presso la Sala Giovanni Cosseddu dell’Ersu, con il Patrocinio della Regione Autonoma della Sardegna – Assessorato del Turismo,
Artigianato e Commercio.
– ad Assisi presso il Cinema Teatro Metastasio e presso la Sala Teatro del Convitto Nazionale Principe di Napoli, con il Patrocinio della Città
di Assisi – Seraphica Civitas.
– a Roma presso: il Cinema Trevi del CSC – Centro Sperimentale di Cinematografia, presso la Cripta della Basilica del Sacro Cuore di
Cristo Re e presso la sala della Chiesa Nazionale Argentina (Chiesa Rettoria Santa Maria Addolorata).
– Ad Arzachena presso l’Auditorium comunale, con il Patrocinio del Comune di Arzachena.

Il film-documentario ha conquistato nel 2012 tre riconoscimenti internazionali: il Premio Speciale del “Roma Film Festival”, consegnato al Cinema Trevi di Roma, il Premio Speciale all’Innovazione del 32° “Fantafestival” capitolino (consegnato al Centro Culturale Elsa Morante) e la Medaglia ‘Con il Rotary incontro al Mondo – Rotary International’ dal Rotary Club Rimini Riviera. Nel 2014 Caterina Ponti ha ricevuto il prestigioso Premio Domenico Meccoli – ScriverediCinema (XXIII° edizione, che ha coinciso con il centenario della nascita di Meccoli) in occasione della XXXIII° edizione della rassegna “Primo Piano sull’Autore”, riconoscimento consegnatoLe presso la Sala della Conciliazione del Palazzo del Comune di Assisi, dopo aver presentato il film-documentario in seno alla rassegna “Dove va il cinema italiano? Oltre la commedia le nuove proposte”.
Nel 2017 la regista-produttrice è stata insignita del Premio dell’Associazione Culturale Comandante Raimondo Bucher e del Riconoscimento del Comune di Arzachena presso l’Auditorium comunale.

Prodotto e Diretto da CATERINA PONTI
Ideato e Scritto da CATERINA PONTI & GIANLUCA NARDULLI
Produttore Esecutivo GIANLUCA NARDULLI
Introduzione di SILVIO SPACCESI
Voce Narrante EVA RICCA, RITA CARLINI
Riprese Subacquee PAOLO PORCHEDDU
Edizione realizzata presso FACTORY DIGITAL STUDIO da UGO VANTINI
Durata: 80 Minuti
Sonoro: Stereofonico
Formato: Digitale
Genere: Film-Documentario di “edutainment”
Produzione e Distribuzione: Paradise Entertainment SrL – Roma
Anno di Produzione: 2013

pubblicato da redazione – webstampa24@gmail.com